Archivi tag: USTRA

Svizzera…chilometro quanti mi costi!

Da quasi due settimane in Svizzera vi è l’insurrezione contro la lentezza.  No, non si tratta di una protesta contro la lentezza burocratica e decisionale comunale, cantonale e federale. Molti ormai hanno rinunciato a far capire “a Berna “che la società Svizzera, come quella internazionale, è in piena rivoluzione economica /sociale/culturale, tutto sta mutando ad una velocità impressionante, e mai come ora è giusto affermare che:” quello che era vero ieri, non lo è più oggi”. Da giorni il dissenso e il mal contento è cresciuto contro il direttore dell’Ufficio federale delle strade (USTRA) Jürg Röthlisberger.

Come dar loro torto quando è troppo è troppo porre il limite massimo sulle autostrade a 80km/h, almeno nelle ore di punta, per evitare gli imbottigliamenti non è possibile. Tanto vale usare esclusivamente le strade cantonali. Certamente male non farà ai molti villaggi  morenti  che sorgono lungo queste vie di comunicazione. Più traffico  sulle cantonali porterà il turismo a scoprire molti piccoli splendidi luoghi e chissà che molte valli non ritornino agli  antichi splendori “pre-autostrada”. Poi si potrà evitar l’acquisto della  vignet…certo che ho letto per intero l’intervista che Jürg Röthlisberger ha rilasciato al Blick.

Il direttore dell’USTRA non ha solo spiegato il motivo per cui è stato deciso di abbassare il limite di velocità in autostrada a 80km/h, specie nelle ore di punta …no, no ha aggiunto che in determinate circostanze e luoghi si potrà circolare sulle corsie di emergenza, così da rendere più fluido il traffico.

Il piano dell’USTRA prevede anche uno stanziamento di diversi miliardi di franchi, per i lavori di manutenzione, la realizzazione di nuove corsie e strade. Allo studio vi è  la possibile creazione di un canale tematico sul traffico collegato a Swissinfo. Ha inoltre incoraggiato a considerare il passaggio alla mobilità autonom…uhuuu mi era sfuggito nell’esporre le varie idee e proposte, il direttore dell’USTRA, ha accennato all’abolizione della vignetta.

Secondo Jürg Röthlisberger, considerando  che molti automobilisti hanno già accettato d’installare sul proprio veicolo un Driver Record per avere dei vantaggi sulle polizze assicurative, non sarà complesso far dotare tutti gli autoveicoli di almeno un tachigrafo  digitale. Scopo? Naturalmente tassare i chilometri! Proprio così stanno valutando di eliminare la vignetta e introdurre una tassa sui chilometri percorsi. Secondo i calcoli fatti  sarà come comprare la vignetta,almeno per gli automobilisti che  percorrono non più di 9’000 km annui poiché ogni chilometro costerà circa mezzo centesimo .

Vantaggi? Bhe… una possible diminuzione dell’uso dei mezzi  privati e quindi di traffico. Inoltre si potrebbe avere l’azzeramento dei costi di manutenzione e installazione dei radar. Sicuramente con il tachigrafo alla polizia basterà far due conticini per dare il  via  all’operazione “cascata di multe per eccesso di velocità”. Certamente le tasche degli automobilisti si svuoteranno ad una velocità direttamente proporzionale a quella con la quale si riempiranno le casse pubbliche. Chissà magari molti problemi, causati dai bilanci  passivi di comuni e cantoni, si risolveranno grazie alla fretta e al piede pesante sull’acceleratore.

 

Oggi con  la vignetta paghi l’uso dell’autostrada; domani con il tachigrafo paghi i chilometri che percorri…zitti! Nessuno  accenni al dilagare dei conta passi o la prossima tassetta sarà sui passi fatti…anche i marciapiedi si consumano.

2016-22-7--23-03-24
swiss campagna antitraffico …

 

Annunci