Archivi tag: Russia 2018

Crack: Nati i mondiali son finti mentre le polemiche…

Russia Mondiali di calcio 2018 la multietnica squadra francese vince il titolo di campioni del mondo. Quello svoltosi in Russia è stato un mondiale decisamente ricco di sorprese e novità. A partire dall’esclusione dell’Italia ad arrivare alla giovane ed agguerrita squadra croata in finale contro la Francia, passando per l’introduzione dell’uso del fantomatico var. Un mondiale vinto dai bleu, che ha visto la nostra piccola nati rischiare di passare ai quarti. i quarti? Ebbene sì, i nostri rosso crociati stavolta lo scoglio degli ottavi di finale lo avrebbero ampiamente lasciato alle spalle se non fosse stato per il maldestro zampino del fato.
Purtroppo, l’emozionante avventura mondiali 2018 della nazionale Svizzera è finita vedendo la Svezia batterci grazie ad un mezzo errore di un uno dei nostri giocatori… peccato. Ora non resta che recuperare le energie pensando ai prossimi mondiali, non mancando di gioire per il risultato conseguito e il non indifferente premio conquistato, che verrà destinato in buona parte a sovvenzionare gli sport …no…no?
O meglio sì, la nazionale ha portato nelle casse elvetiche non pochi soldi, che verranno destinati a sostenere gli sport specie a livello giovanile. Quello che è venuta meno è la  gioia, a causa delle polemiche squisitamente di natura politica sorte dopo la partita contro i la nazionale serba. Ebbene, la polemica nata con le aquile a due teste alla fine della partita Svizzera -Serbia non è finita con la multa per mancanza di fair play, data dalla FIFA ai tre giocatori rossocrociati. L’aquila ha volato in alto a lungo trasformandosi, forse con la complicità dell’avvicinarsi delle elezioni, in un braccio di ferro politico fra favorevoli e contrari alla doppia cittadinanza.
Secondo la destra il mancato risultato non è da imputarsi ad un banale errore e alla mancanza di resistenza psicofisica, ma la colpa della sconfitta contro la Svezia è la doppia cittadinanza di buona parte dei nostri giocatori… si vede che a nostra e loro insaputa sono tutti swedisch-schweiz…
La polemica, che per settimane ha continuato ad imperversa, ha messo sottopressione ed in difficoltà i vertici della ASF, che si sono lasciati andare a dichiarazioni contrastanti, cercando maldestramente di abbassare i toni delle discussioni ed allontanare ogni sorta di ulteriore diatriba . Impresa quasi impossibile quella di calmare gli animi, nessuno ama sentirsi porre le più stupide delle domande “Ti senti più svizzero o… ? Quanto ti senti svizzero? “, una domanda sciocca quanto “vuoi più bene a mamma o papà ? ”, ma veramente non basta coltivare la propria svizzeritudine ora dopo ora, mese dopo mese, anno dopo anno?
Non necessariamente chi ha solo il passaporto rosso-crociato ama con tutto il cuore l’Helvetia, certo i possessori di doppia cittadinanza possono esser accusati d’opportunismo,vsto considerato che il doppio passaporto permette di poter muoversi con maggior libertà nel mondo… non è che dietro si nasconde un po’ d’invidietta?

 

PicsArt_07-22-12.36.19
2018 la Nati delle polemiche
Annunci

Russia 2018 les petits suisses … presenti!

Tre, due, uno … si parte per la Russia. Dopo una qualificazione ai mondiali 2018 sofferta, inaspettata, sognata seppur non sperata, la nostra piccola Svizzera si accinge a prepararsi per il grande appuntamento, che la vedrà confrontarsi contro: Brasile, Costa Rica e Serbia. Un girone difficile quello assegnatoci, ma comunque andrà non possiamo che essere fieri della nostra squadra.

Una squadra relativamente giovane, multiculturale e  plurilinguistica, che rappresenta in pieno la piccola multiforme Svizzera. Fin troppo spesso è stato da più parti osservato che molti dei nostri giocatori sono naturalizzati svizzeri, quindi non nati da genitori svizzeri … una colpa? No, è un motivo in più per essere fieri della nostra piccola squadra di calcio, poiché sono tutti giovani uomini che si sono innamorati della nostra Elvezia e hanno scelto consapevolmente di mettere il loro talento al servizio della confederazione. Inoltre il fatto che questi giovani sportivi difendano i nostri colori, con tanto impeto ed impegno, dimostra che la capacità di conquistare, accogliere ed integrare chiunque voglia entrare a far parte del nostro tessuto sociale da ottimi frutti.

Quante storie con tutti i problemi che ci sono in Svizzera e nel mondo…che importanza possono avere una ventina d’uomini in calzoncini corti che rincorrono una palla? Moltissima e nessuna. Il calcio di per sé è uno sport come un altro, i cui risultati sarebbero del tutto relativi, se non fosse per la ricaduta economica a vari livelli, che un evento come i mondiali produce. I Mondiali di Calcio sono un enorme affare per tutti i protagonisti, nessuno escluso. Al di là dei fondi stanziati al paese ospitante, in questo caso la Russia, per aiutarlo ad attrezzarsi adeguatamente così che l’evento renda il massimo sia dal profilo sportivo che turistico, la FIFA versa subito dopo la qualifica ad ognuna delle 32 partecipanti 1,5 milioni di dollari per la preparazione della squadra, oltre a tutti gli altri denari dati per garantire attrezzature, sicurezza e quant’altro. Senza dimenticare i premi partita o meglio classifica… male che vada i nostri amati rosso-crociati porteranno a casa 8milioni di dollari.

I Mondiali come le olimpiadi sono eventi molto amati e seguiti, questo significa grandi numeri di pubblico, quindi investimenti o meglio … molti soldi che girano fra sponsor, diritti tv e vendita di gadget. Milioni che si muovono modificando sostanzialmente il bilancio degli stati, soprattutto  se sono piccoli stati come la  Svizzera il risultato qualunque sia porterà una boccata di ossigeno considerevole alla casse della confederazione. Ma le piccole economie locali ? No va scordato  che le partite della nazionale riportano la gente in piazza, se ben preparati i commercianti e i ristoratori possono facilmente trarre non pochi benefici dalla ricreazione di un punto d’agregazione nei vari centri cittadini. Negli ultimi tempi le piazze sono state  fin troppo trascurate  a favore dei grandi centri dello shopping… strano come una ventina di uomini correndo dietro ad una sfera in calzoncini corti facciano in realtà muovere un’enorme massa di soldi ed a girare con la palla sia  l’economia locale e mondiale.

Non resta che prepararsi alla  prima partita dei nostri beniamini, il 17 giugno 2018 sera non è poi tanto lontano …..hop hop hop les suisses .

2017-05-12-02-10-47
Russia 2018 …mondiali di calcio