Archivi tag: erboristeria e curiosità

Cucina per intreghi… se non strozza… è il prezzemolino prezzemolo

Ogni mese è buono per seminar prezzemolo, magari in un vaso a cassetta, se non si ha la fortuna di aver un pezzetto di giardino. Certo badando a che la luna sia crescente. Il prezzemolo è una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. Produce foglie il primo anno, soltanto fiori il secondo. È consigliabile estirparla la primavera successiva a quella di semina e riseminarla nuovamente, se non si vogliono far semi.

Le qualità di prezzemolo sono tre: il riccio un po’ povero di sapore ma di piacevole effetto decorativo; il gigante un genere di prezzemolo molto gustoso, dal grande di fusto e foglia, ed infine il gracile prezzemolo comune, grande gusto e piccolo gambo e foglia.

Il prezzemolo contiene: sali minerali quali fosforo, rame, calcio e zolfo; vitamina A, C e K; fibre; proteine e carboidrati.  Ha proprietà ipotensive, diuretiche, lassative e curative. Anche se povero di ferro, il prezzemolo è un alimento il cui consumo è consigliato, ugualmente nei casi di anemia per la presenza di vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro a livello intestinale.

Lo si può definire un ottimo alleato in caso di coliche renali, ritenzione idrica e per l’estenuante, lunga lotta contro la cellulite. Le sue foglie triturate le si possono mettere sulle punture di api e vespe, oltre che sulle contusioni.

Il prezzemolo può  avere delle controindicazioni. Occorre prestare attenzione e moderarne il consumo durante la gravidanza. Infine è sconsigliato in caso di edemi e infiammazioni renali, insomma in generale a chi ha problemi cardiaci o renali.

Il gusto dolce ma neutro lo rende ideale per le salse che accompagnano i pesci e le carni bollite, come la salsa verde bolognese, il bagnet verd piemontese o lo zogghiu, una salsa siciliana a base di aglio, prezzemolo e menta.

Bhe che altro dire  se non mettete prezzemolo con allegria nei vostri piatti .

2016-05-4--01-42-46prezzemolo
prezzemolando il prezzemolino prezzemolo
Annunci

Cucina per intreghi … se non strozza è … rosmarino

È primavera e in questo periodo fra le tante piante in fiore troviamo  il rosmarino.  Con i fiori di rosmarino si può fare una lozione astringente e purificante, fantastica per togliere tutte le impurità della pelle.

Questa pianta aromatica è una pianta molto utile in cucina e non solo. Ovviamente non bisogna abusarne come per tutte le cose …  troppo bene non fanno. In giardino o in casa ha un bel effetto decorativo. Bisogna stare però attenti a non eccedere con i profumi del rosmarino, è un eccitante e quindi sconsigliato a epilettici … ma anche se in casa si hanno bambini una piantina è più che sufficiente.

Ha proprietà digestive, toniche, stimolanti e fortificanti.

Al di là dell’impiego alimentare, delle foglie e dei rametti, come aromatizzante di focacce, arrosti, ed altro.

Si possono usare foglie e fiori in diversi modi. Consiglio, in questo periodo dell’anno, di essiccare i fiori, così da averli a disposizione tutto l’anno.

Ricetta di Shampoo fortificante. Il rosmarino può essere utilizzato anche per potenziare l’efficacia dell’abituale shampoo per capelli. Mettiamo una piccola manciata di foglie, ben lavate, di rosmarino, in una bottiglia di Shampoo neutro. Lasciamo le foglie macerare per un paio di settimane poi filtriamo e usiamo il nostro shampoo fortificante.

Ricetta per Lozione purificante. Con il rosmarino si può preparare una lozione per viso e décolleté. Mettiamo a bagno per 10 minuti, in una tazza di acqua bollente (2 decilitri circa), 10 grammi di fiori di rosmarino. Filtriamo e poi passiamo il tonico sul viso, il collo e il décolleté.

Gargarismi con l’infuso che faremo mettendo a bagno 2 cucchiaini di foglie di rosmarino in una tazza di acqua bollente. Lasciamo riposare per 10-15 minuti, filtriamo. Ora possiamo fare i gargarismi che sono un vero tocca sana per la loro azione antisettica e rinfrescante di gola e gengive. Ovvio miracoli non ne fa, supporta solo l’igiene orale ordinaria quotidiana.

2016-31-3--03-14-27 rosmarino
Rosmarino …o rosmarino

… se non strozzan sono…Asparagi

Marzo pazzerello arriva la primavera con gli asparagi.

In commercio troviamo tre tipi di asparagi, variano per dimensione, gusto e colore: verdi dimensioni medie, gusto forte; quelli viola circonferenza medio/grande, gusto forte un filo amari e quelli bianchi di solito sono un poco tozzi più larghi che lunghi, dal gusto assai delicato.

Gli asparagi si comprano mazzetti, cerchiamo di verificare di non trovare spiacevoli sorprese al centro del mazzo ed evitiamo gli asparagi mosci, perché non son freschi.

L’aspargo è il miglior amico delle donne e non solo, con il suo effetto diuretico e depurativo. Certo che se si hanno problemi alle vie urinarie va evitato assolutamente, ma se il sistema urinario funziona, diamo il via alla saga dell’asparago, che pare sia anche ricco di vitamine, minerali e acido folico.

Con gli asparagi possiamo realizzare diverse pietanze come gli  gnocchi agli asparagi.

2016-19-3--13-03-15
alla saga dell’asparago