Ewolo la saga continua …Tesserete non è Parigi…forse Lugano… sì?

Tesserete un paese in ostaggio di alcune sue cittadine che dettan legge a suon di  letter d’avocato. La saga di Ewolo e il suo streetfood non ha fine. Il comune della Capriasca pareva aver deciso di rilasciare il sospirato permesso ad Ewolo. Tutti eran felici di poter continuare a gustare i piatti preparati con prodotti locali e freschissimi, ma sul più bello ecco arrivare  una bella lettera dell’ avocato delle gentili vicine…si oppongono Ewolo deve andar via da Tesserete.

Perché queste continue opposizioni? Un mistero! Chi ha provato chieder loro le ragioni di tale atteggiamento si è visto chiuder la porta in faccia. Son state insultate da alcuni clienti dello streetfood, a detta loro, quali fra i tanti clienti del truck non si sa…  non è impossibile che  l’insulto ci sia stato alle volte, difronte a quella che par una vera e propria ingiustizia capita di trascendere.ma la ragione di tanto accanimento non sembra questa. Forse le vicine soffron solo di noia o puro godimento…magari si son invaghite del gestore del truckfood e non essendo da lui considerate hanno deciso di rendergli la vita impossibile. L’unica certezza è la sensazione che tutta questa storia vada ben oltre l’invidia, l’astio,gli insulti e il razzismo.

Comunque Ewolo non vuole rischiare di  dover nuovamente chiudere i battenti,  anche se per poco, per questo cerca una nuova posizione stabile a Lugano o dintorni. Chiede solo di poter proseguire la sua piccola grande avventura imprenditoriale, non vuole fare inutili guerre che fanno solo male a tutti e portano inutili svantaggi. A pagare le conseguenze di un inutile guerra fra vicini sarebbero in troppi…lui ,la sua famiglia i suoi collaboratori, i fornitori  e  la Mondini SA ,che lo ospita sul piazzale antistante la ditta.

In questo anomalo caso, non si può neppur dar la colpa al dilagare del credo leghista, visto che persino la voce Online di via monte Boglia ha scritto un bel articolo a favore del nostro paninaro… si saran inteneriti difronte a un bel panino  con prodotti nostrani o semplicemente riconosciuto il merito di Cristel Ewolo e  della sua idea geniale  di  promuovere e proporre gli ottimi prodotti nostrani  in chiave moderna.

Bisogna dare atto, che senza tutte queste opposizioni senza senso, la storia del Truk food  di Ewolo  sarebbe rimasta una storia come tante.  Si sarebbe perso un bel esempio  positivo  di intraprendenza  imprenditoriale,unito all’amore per il territorio che lo accoglie…amore ricambiato visto il sostegno e le molteplici  dimostrazioni di stima ed affetto venute da più parti ,anche politiche.

Chissà che tutta questa  notorietà non porti la municipalità Luganese a cogliere l’occasione di dare un tocco geniale di innovativa modernità,a costo veramente zero, assegnando uno spazio fisso al truck di Ewolo… magari in zona Cinestar, accanto a Trevano, vicino alla zona degli  Universitari o in qualsiasi altro luogo il comune trovi idoneo posizionare un’attività giovane e all’avanguardia come questa.

Vero Lugano, oltre non essere una città per vecchi, non è una città per giovani ma  qual soddisfazione sarebbe veder lo stupore dei turisti davanti allo StreetFood  da Ewolo…“ La  Grande Lugano”  come Parigi ,Milano, Londra e tutte le grandi  metropoli e megalopoli con il suo piccolo punto di riferimento, leggero e simpatico dove scoprire e riscoprire i gusti del territorio. Se Lugan non sarà allor chissà  come starà  all’ombra dei castelli…uhm magari Bellinzona come Parigi ?

2016-24-7--18-46-19 la saga dello Street food di Ewolo  a Tesserete
la saga dello Street food di Ewolo a Tesserete
Annunci