Cucina per intreghi… se non strozza… è il prezzemolino prezzemolo

Ogni mese è buono per seminar prezzemolo, magari in un vaso a cassetta, se non si ha la fortuna di aver un pezzetto di giardino. Certo badando a che la luna sia crescente. Il prezzemolo è una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. Produce foglie il primo anno, soltanto fiori il secondo. È consigliabile estirparla la primavera successiva a quella di semina e riseminarla nuovamente, se non si vogliono far semi.

Le qualità di prezzemolo sono tre: il riccio un po’ povero di sapore ma di piacevole effetto decorativo; il gigante un genere di prezzemolo molto gustoso, dal grande di fusto e foglia, ed infine il gracile prezzemolo comune, grande gusto e piccolo gambo e foglia.

Il prezzemolo contiene: sali minerali quali fosforo, rame, calcio e zolfo; vitamina A, C e K; fibre; proteine e carboidrati.  Ha proprietà ipotensive, diuretiche, lassative e curative. Anche se povero di ferro, il prezzemolo è un alimento il cui consumo è consigliato, ugualmente nei casi di anemia per la presenza di vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro a livello intestinale.

Lo si può definire un ottimo alleato in caso di coliche renali, ritenzione idrica e per l’estenuante, lunga lotta contro la cellulite. Le sue foglie triturate le si possono mettere sulle punture di api e vespe, oltre che sulle contusioni.

Il prezzemolo può  avere delle controindicazioni. Occorre prestare attenzione e moderarne il consumo durante la gravidanza. Infine è sconsigliato in caso di edemi e infiammazioni renali, insomma in generale a chi ha problemi cardiaci o renali.

Il gusto dolce ma neutro lo rende ideale per le salse che accompagnano i pesci e le carni bollite, come la salsa verde bolognese, il bagnet verd piemontese o lo zogghiu, una salsa siciliana a base di aglio, prezzemolo e menta.

Bhe che altro dire  se non mettete prezzemolo con allegria nei vostri piatti .

2016-05-4--01-42-46prezzemolo
prezzemolando il prezzemolino prezzemolo
Annunci